POLIZIA PENITENZIARIA

Polizia-penitenziaria-.jpg

CHE COS’È

Il Corpo di polizia penitenziaria è una delle cinque forze dell’ordine, dipendente dal Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria del Ministero della giustizia.

Il corpo è oggi una forza di polizia ad ordinamento civile, altresì nota come “Corpo militarmente organizzato”. Quest’ultima definizione non implica la militarità del Corpo, ma l’organizzazione che si rifà chiaramente a una struttura militare. Per quanto concerne la definizione di “ordinamento speciale” si deve al fatto che il personale del Corpo di polizia penitenziaria (nonché quello della Polizia di Stato e del Corpo forestale dello Stato) è differente dal personale di qualsiasi altro ente civile o militare della Repubblica italiana.

Svolge compiti di:

  • Polizia giudiziaria;
  • Pubblica sicurezza;
  • Polizia stradale;
  • Gestione delle persone sottoposte a provvedimenti di restrizione o limitazione della libertà personale;
  • Partecipa al mantenimento dell’ordine pubblico;
  • Svolge attività di polizia giudiziaria e pubblica sicurezza anche al di fuori dell’ambiente penitenziario;
  • Svolge attività di scorta a tutela di personalità istituzionali (ministro della giustizia, sottosegretari di stato) e di magistrati.

LA CARRIERA

  • Agente e Assistente
  • Sovrintendente
  • Ispettore
  • Commissario (Ruolo Direttivo Ordinario e Ruolo Direttivo Speciale)

 

 

AGENTE POLIZIA PENITENZIARIA

L’assunzione degli agenti di Polizia Penitenziaria avviene mediante concorso pubblico ed è riservata esclusivamente ai Volontari in Ferma Prefissata nelle Forze Armate di 1 anno (VFP1) o di 4 anni (VFP4).

Gli allievi agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria frequentano, presso le scuole, un corso della durata di dodici mesi, diviso in due semestri. Per procedere e terminare il corso, gli allievi devono risultare idonei al termine del primo semestre.

Al termine del primo ciclo di 6 mesi del corso, gli allievi che abbiano ottenuto un giudizio globale di idoneità sulla base dei risultati conseguiti nelle materie di insegnamento proposte dal corso e nelle prove pratiche e siano stati riconosciuti idonei al servizio di polizia penitenziaria, sono nominati agenti in prova e vengono ammessi a frequentare il secondo semestre, durante il quale sono sottoposti a selezione attitudinale per la eventuale assegnazione a servizi che richiedano particolare qualificazione.

Gli agenti in prova che abbiano superato gli esami teorico-pratici di fine corso, e che ottengono conferma dell’idoneità al servizio di polizia penitenziaria, sono nominati agenti di polizia penitenziaria. Essi prestano giuramento e sono immessi nel ruolo secondo la graduatoria finale.

Ottenuta la nomina ad agente del Corpo di polizia penitenziaria, i vincitori dei concorsi sono destinati a prestare servizio nella regione eventualmente predeterminata per il tempo indicato nel bando di concorso; possono essere, comunque, impiegati in altre sedi per motivate esigenze di servizio di carattere provvisorio.

REQUISITI MINIMI PER PARTECIPARE AL CONCORSO

  • Cittadinanza italiana;
  • Godimento dei diritti politici;
  • Essere stato Volontario in Ferma Prefissata nelle Forze Armate di 1 anno (VFP1) o di 4 anni (VFP4).
  • Età non inferiore a 18 e non superiore ai 28 anni;
  • Diploma di istruzione secondaria di primo grado.

MATERIE CONTENUTE NEL CORSO COMPLETO

Simulatore Test Minnesota, Preparazione test Psicoattitudinale, Preparazione test della Personalità, Lingua Italiana, Letteratura, Storia, Educazione Civica, Geografia, Matematica, Geometria, Scienze (Biologia e Chimica), Geografia Astronomica e Scienze della Terra, Fisica

 

 

VICE ISPETTORE POLIZIA PENITENZIARIA

L’Ispettore polizia penitenziaria appartiene al corpo di una delle cinque forze dell’ordine del nostro paese e come tale è sotto le dipendenze del Ministero della Giustizia. La qualifica di ispettore polizia penitenziaria è la seconda in ordine di grado nel corpo della polizia di stato, è superiore al vice ispettore e sottoposto all’ispettore capo

Per poter diventare ispettore polizia penitenziaria è necessario partecipare a un concorso che viene pubblicato Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

REQUISITI MINIMI PER PARTECIPARE AL CONCORSO

  • Età non inferiore agli anni 18 e non superiore agli anni 32; per coloro che appartengono ai ruoli dell’amministrazione civile dell’Interno il limite di età è elevato a 40 anni;
  • Titolo di studio di scuola media superiore o equivalente;
  • Aver svolto il servizio di leva obbligatorio per i candidati di sesso maschile; è possibile accedere al ruolo di ispettore polizia penitenziaria anche attraverso un concorso interno, ovvero essendo già membro della polizia di stato, sostenendo le medesime prove.

MATERIE CONTENUTE NEL CORSO COMPLETO

Simulatore Test Minnesota, Preparazione test Psicoattitudinale, Preparazione test della Personalità, Diritto Penale, Diritto Penitenziario, Diritto processuale penale, Diritto Costituzionale, Diritto Civile

 

 

COMMISSARIO POLIZIA PENITENZIARIA

L’Agente di Guardia Forestale fa parte del Corpo forestale dello Stato, il cui ruolo è la tutela del patrimonio naturale e paesaggistico e la prevenzione dei reati in materia ambientale.

Le guardie forestali e le altre figure del corpo possono operare nell’ambito di diversi servizi tra cui: soccorso alpino forestale, servizio cinofilo, sorveglianza nei parchi a cavallo, servizio nautico, vigilanza e soccorso sulle piste da sci oppure lavorare nel centro operativo aereo o presso i cites territoriali o nei nuclei operativi.

Per diventare Guardia forestale occorre superare il concorso pubblico bandito dal Corpo forestale dello Stato.

Dal 2006 possono partecipare ai concorsi banditi dal Corpo forestale dello Stato i cittadini italiani, di entrambi i sessi e di età non superiore a 30 anni, che stiano svolgendo (o abbiano già svolto) il servizio nelle Forze armate in qualità di volontario in ferma prefissata annuale VFP1. Chi è interessato a partecipare al concorso per diventare Agente del Corpo Forestale, quindi, deve prima partecipare al concorso per l’arruolamento come VFP1 il cui bando viene annualmente pubblicato dal Ministero della Difesa sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

REQUISITI MINIMI PER PARTECIPARE AL CONCORSO

  • Diploma di laurea in giurisprudenza o in scienze politiche, ovvero in economia e commercio purché siano stati sostenuti gli esami di diritto penale e diritto processuale penale, e lauree equipollenti OPPURE laurea specialistica conseguita presso una università della Repubblica Italiana o presso un istituto di istruzione universitario equiparato appartenente ad una delle classi di laurea, equiparata ai diplomi di laurea di cui al punto 1, ai sensi del Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca di concerto con il Ministro della Funzione Pubblica del 5 maggio 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 196 del 21 agosto 2004,
  • Non aver superato il trentaduesimo anno di età.
  • Cittadinanza italiana;
  • Statura non inferiore a 165 cm per gli uomini e a 161 cm per le donne.

MATERIE CONTENUTE NEL CORSO COMPLETO

Simulatore Test Minnesota, Preparazione test Psicoattitudinale, Preparazione test della Personalità, Diritto Penitenziario, Diritto Penale, Diritto processuale penale, Diritto Costituzionale, Diritto amministrativo, Ordinamento dell’amministrazione penitenziaria, Inglese, Informatica